Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Trasparenza rifiuti

Avvisi e informazioni

RIDUZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE

1. La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

- abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 15%;

- abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero: riduzione del 15 %.

2. Le riduzioni di cui al comma precedente si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione.

3. Alle utenze domestiche che praticano il compostaggio si applica una riduzione del 20% sulla quota variabile della tariffa, previa presentazione del modulo per l’adesione ed al rispetto di quanto disciplinato con l’apposito Regolamento. Il diritto alla riduzione decorre dall’anno solare successivo.

4. Le riduzioni di cui al presente articolo cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

 

RIDUZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE NON STABILMENTE ATTIVE

1. La tariffa si applica in misura ridotta, nella parte fissa e nella parte variabile, del 30% ai locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare.

2. La predetta riduzione si applica se le condizioni di cui al primo comma risultano da licenza o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività o da dichiarazione rilasciata dal titolare a pubbliche autorità.

 

ALTRE RIDUZIONI

1. Il tributo è dovuto nella misura del 20% della tariffa nei periodi di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente.

2. A partire dall’anno 2020, a seguito dell’entrata in funzione della discarica comunale, con la predisposizione dei documenti di programmazione economico finanziaria, è inserita nel bilancio di previsione una posta di uscita al fine di ridurre la tassa rifiuti a carico delle utenze. La copertura è disposta da autorizzazione di spesa da parte del Responsabile dell’Area Servizi Finanziari ed assicurata dal contributo relativo disagio ambientale erogato dal concessionario della discarica.

Allegati

Descrizione Nome
Nessun elemento estratto
torna all'inizio del contenuto